Close

L’evento Non è un’invenzione, per l’inaugurazione del Centro Diurno previsto per sabato 17 ottobre, è stato purtroppo annullato. La cura e l’impegno quotidiano per il benessere dei bambini che lo frequentano rimane invariato… e ve lo raccontiamo in queste righe.

 

Carissime amiche e carissimi amici di L’abilità,
con grande rammarico abbiamo deciso di annullare l’evento “Non è un’invenzione” per l’inaugurazione del Centro Diurno previsto per sabato 17 ottobre.
Abbiamo preso questa decisione molto a malincuore, vi avremmo mostrato con grande piacere il grande lavoro fatto in questi mesi.
Ma visto l’evolversi della situazione sanitaria non ci sentiamo di procedere.
Per noi questa faticosa rinuncia è un gesto di cura, prima di tutti verso bambini e famiglie che sarebbero stati protagonisti di questa giornata, e di cura nei confronti di tutti.
Confidiamo che ci saranno altri momenti – più sicuri e più sereni – per mostrarvi in presenza la realtà del lavoro dell’Officina delle Abilità.

Laura Borghetto e Carlo Riva

L’officina delle abilità è il primo Centro diurno per persone con disabilità (CDD) di Milano dedicato ai bambini con disabilità di età compresa tra i 5 e gli 11 anni.

Nata nel 2007 grazie al sostegno della Fondazione De Agostini e del Comune di Milano, L’officina è un centro specializzato dove le abilità del bambino, opportunamente stimolate, possono evolvere verso l’inclusione sociale nella vita adulta, facendo muovere come ingranaggi sincronizzati la scuola, le neuropsichiatrie e i servizi sociali del territorio.

Un meccanismo di collaborazione e cooperazione, perfettamente sincronizzato, che non si è inceppato nemmeno in occasione del recente lockdown, come ci ha raccontato durante l’emergenza Marta Lanzini, coordinatrice del servizio.

Un meccanismo che non si è potuto fermare, perché indispensabile alla crescita e al benessere dei bambini che lo frequentano.

Un meccanismo che anzi, proprio grazie alle esperienze maturate, si è rinnovato nel metodo e nell’approccio ai percorsi educativi dei bambini, nel tentativo di individuare soluzioni a problemi e bisogni nuovi.

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>