Notizie

Bene FAI per tutti continua a crescere!

Prosegue e si arricchisce il progetto Bene FAI per tutti nato per rendere accessibili alcuni luoghi FAI alle persone con disabilità intellettiva.

Oggi anche il Bosco di San Francesco ad Assisi (PG) e Parco Villa Gregoriana a Tivoli (RM) possono accogliere questi visitatori, grazie al progetto realizzato da l’abilità Onlus in collaborazione con FAI, Fondazione De Agostini e grazie al sostegno di JTI (Japan Tobacco International).

Il Bosco di San Francesco, una delle mete turistiche più note in Italia dove la spiritualità incontra la bellezza della natura, diventa luogo di tutti grazie al progetto Bene FAI per tutti. “Meta di pellegrinaggi da tutto il mondo, da ora in poi il Bosco di San Francesco diventa accessibile a un turismo ancora più universale – afferma Carlo Riva, direttore di l’abilità onlus e responsabile del progetto. Sicuramente una grande possibilità per le persone con disabilità intellettiva, le loro famiglie e i caregiver che potranno godere di tale bellezza senza escludere nessuno, e insieme agli altri visitatori”.

E come ha sottolineato Laura Cucchia, Property Manager del Bene di Assisi: “È molto significativo che l’iniziativa Bene FAI per tutti coinvolga il Bosco di San Francesco, figura che rappresenta i valori della generosità, solidarietà, comprensione e umiltà. Con questo progetto si concretizza e rafforza lo spirito del luogo, ovvero la natura che ci unisce e ci avvicina. Finalmente da oggi il Bosco, scelto anche da Michelangelo Pistoletto per la sua opera di land art ‘Terzo Paradiso’, potrà essere vissuto e compreso a pieno da tutti”.

Grazie a Bene FAI per tutti i visitatori e i loro caregiver hanno l’opportunità di conoscere i luoghi FAI attraverso modalità studiate appositamente per offrire un’esperienza di visita soddisfacente e inclusiva, ridurre lo stress della persona con disabilità e la sua difficoltà di comprensione del contesto.

A disposizione dei visitatori ci sono le guide redatte in linguaggi accessibili, materiali educativi dedicati e uno staff adeguatamente formato. Le guide possono essere scaricate dal sito dedicato ed essere utilizzate nei giorni precedenti alla visita per consentire al visitatore disabile di iniziare a familiarizzare con il luogo. In alternativa, si possono ritirare gratuitamente il giorno stesso della visita presso le biglietterie dei Beni.

Il progetto Bene FAI per tutti è nato da Museo per tutti, un progetto che crea percorsi accessibili per le persone con disabilità intellettiva in musei nazionali, finanziato e sostenuto dalla Fondazione De Agostini.

 

X