Close

Immagini e fotografie al posto dei numeri, un grande tabellone e uno spazio ben strutturato per ogni bambino: così la tombola, il più tradizionale dei giochi natalizi, è stato trasformato in un momento di condivisione e di festa per i bambini accolti nel nostro Centro Diurno e le loro famiglie.

I bambini hanno ritrovato i loro genitori per un pomeriggio di festa e di gioco: disposti davanti al grande tabellone, ognuno con le propria cartella e la matita insieme a mamma, papà, fratelli ed educatori per spuntare insieme gli “estratti”.
Così Paolo ha fatto quaterna, Ivan incitava l’uscita della foto di Luca per completare la sua cartella e Chiara ha anticipato tutti, gridando “tombola!” per prima.

In poche parole, una tombola natalizia resa accessibile a tutti.
Lo scopo è stato creare un’occasione di condivisione tra bambini, genitori e operatori per il Natale, che rispondesse ai diversi bisogni dei bambini. Non un’operazione semplice, nè scontata perché per renderlo un momento piacevole davvero per tutti, gli educatori del centro hanno preparato tutto con cura e attenzione, pensando a ogni dettaglio affinché tutti i bambini potessero partecipare in maniera serena e divertente.

Cosa vuol dire? I bambini divisi in gruppi hanno cominciato a prepararsi a questo evento dal mese di ottobre. Ogni gruppo ha lavorato, secondo le proprie competenze, per imparare le regole del gioco e per vivere questa esperienza insieme agli altri, creando e studiando un’agenda della giornata.

Fino ad arrivare alle “prove generali”: prima alcuni bambini hanno sperimentato il gioco con i loro genitori al centro diurno, e poi lo stesso è stato fatto da tutti i bambini e gli educatori insieme. Così ognuno di loro sapeva esattamente ciò che avrebbe dovuto fare e come avrebbe dovuto farlo, necessità fondamentale per i bambini che vivono con particolare stress le situazioni non previste e faticano davanti alle esperienze nuove.

Non è stato insegnato ai bambini solo un gioco, ma delle nuove competenze che permetteranno loro di vivere altri momenti di divertimento come questi, insieme alla loro famiglia.

Perché la festa di Natale non è solo mangiare un panettone e un brindisi, ma poter condividere il piacere di un gioco tutti insieme.

 

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>