Close

Ieri, otto marzo, abbiamo celebrato le donne, la loro capacità di prendersi cura, di essere madri e compagne, la loro forza e resistenza.

A l’abilità incontriamo quotidianamente tante mamme, tante donne. Madri che si prendono cura di un figlio con disabilità con tutte le forze. Negli occhi di queste madri vediamo il dolore, l’amarezza, talvolta la rabbia. Spesso vediamo la stanchezza: perchè l’impegno nei confronti dei propri bambini è continuo, senza sosta.

E il rischio è che la stanchezza si trasformi in scarsa lucidità, nell’incapacità di caprie cosa fare, cosa sia bene e cosa sia male per il proprio bambino. La stanchezza fa perdere, ad entrambi i genitori, ritmi e sicurezze.

In alcuni casi la stanchezza è talmente tanta da trasformarsi in poca lucidità, nell’incapacità di capire cosa è bene e cosa è male per il figlio. Si perdono ritmi, sicurezze, e ogni metodo educativo. Quando incontriamo queste madri, offriamo ascolto, sostegno, strumenti per ricostruire quel percorso educativo che è venuto a mancare. Tentiamo di farle sentire meno sole e garantire loro una rete che le sostenga e dove loro possono fermarsi a riposare.

Serve, di tanto in tanto, una pausa, un momento durante il quale raccogliere le forze per poter ripartire: è nato con questo spirito il sabato di sollievo. Un momento dedicato ai genitori, alle madri: una pausa per poi ripartire. Abbiamo candidato il progetto, con il titolo Sabato Magico, all’Aviva Community Fund. Aiutateci a sostenere le madri e con loro tutte le famiglie dei nostri bambini. Per votare il progetto basta un minuto, basta un click!

Qui tutte le istruzioni passo passo, mentre questo è il link del progetto sulla piattaforma Aviva.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>